FOCUS – Viterbo alla conquista del futsal laziale. Come nelle favole.” Carbognano United e Real Fabrica protagoniste in C1 e in C2.

C’è una parte della provincia di Viterbo che non si arrende allo strapotere capitolino: è quella del calcio a 5, uno sport che alle pendici dei Monti Cimini sta regalando emozioni a non finire. In serie C1 (la massima categoria regionale, ndr) la compagine del Carbognano United si accinge a disputare la semifinale play-off di Pomezia: gli uomini del tecnico Cevigni, infatti, affronteranno la formazione locale per continuare ad inseguire un obiettivo che, ad inizio stagione, neanche il più romantico dei calciofili avrebbe potuto immaginare: la serie B dei professionisti del futsal.

L’ostacolo, per i gialloverdi, si preannuncia difficile da superare, ma con cuore e polmoni – elementi distintivi della selezione di Cristofari – non sarà impossibile rompere il muro del pronostico per oltrepassare il limes di un sogno. Lo stesso sogno che, dalle parti di Fabrica di Roma, si è magicamente trasformato in realtà: Lucchetti & Co., infatti, hanno conquistato – nella sfida di Monterosi – i tre punti validi per la promozione matematica. La formazione biancazzurra ha vinto un campionato che l’ha vista in testa alla classifica per i trequarti della durata del torneo, approdando – dopo tre anni in C2 – nell’Olimpo del calcio a 5 laziale. Da segnalare, per quel che concerne la classifica marcatori, il primato di solitario di Stefanelli, ad un passo dal titolo di capocannoniere. Sabato prossimo, in occasione dalla gara contro l’Eur Futsal, andrà in scena la festa fabrichese. Queste due società, protagoniste in una terra – spesso – costretta a subire la vicinanza alla Capitale, stanno incarnando appieno quei magnifici valori che contraddistinguono gli uomini e le donne di sport, aprendo le porte dell’anima al coraggio di concedersi un desiderio (de-sidera, distanza delle stelle) nonostante il cielo appaia troppo grande per essere racchiuso nel pallone di un campo di provincia. Perché accade, a volte, che Davide riesca a battere Golia, e quando accade è festa per chi in crede ancora nel lieto fine delle favole. Come gli abitanti di due borghi distanti appena due kilometri, che – nonostante abbiano la consapevolezza di essere sempre l’eccezione e mai la regola – continuano a stupire la regione più importante della penisola. Alessio Campan

Copyright © 2013 futsalive.it - Tutti i diritti riservati.